Un 2016 da record per Festa dell’Agricoltura

La Festa dellʼAgricoltura di Mirano ha chiuso i battenti lunedì 5 settembre con un bilancio molto positivo in termini di presenze e di risposta alle attività proposte.

Questa 23° edizione è stata un successo di pubblico superando le 220.000 presenze nellʼarea della manifestazione per visitare la zona dedicata alla fattoria degli animali, lʼarea shopping e gli stand gastronomici e il bel tempo ha permesso al programma di svolgersi ottimamente.

Oltre 300 i trattori che hanno attraversato le vie della cittadina veneta, arrivati non solo dalle aziende agricole del territorio, ma anche da altre zone della penisola a testimonianza che la manifestazione è riconosciuta e gradita ben oltre i confini regionali.

Molto è stato apprezzato il nuovo layout della manifestazione che ha dato uno spazio diverso alla Fattoria degli Animali e al mondo dei trattori permettendo ad entrambi di beneficiare meglio dello spazio. Grande successo anche per le attività dedicate ai bambini, la poppata ai vitellini e il battesimo della sella che hanno registrato sempre il tutto esaurito.

Questʼanno Festa dellʼAgricoltura è stata anche Solidarietà per chi ha perso tutto nel terremoto del Centro Italia dando vita, allo stand gastronomico, ad una campagna di raccolta fondi che ha coinvolto tutti i visitatori ottenendo un buon risultato. Unʼamatriciana solidale, infatti, ha raccolto un notevole e diffuso successo tra gli ospiti a cena con oltre 1300 piatti realizzati. Il Gruppo Imprenditori del Miranese ha deciso di donare 3.000 euro alle popolazioni colpite dal sisma per la ricostruzione.

Siamo convinti -sostiene Mario Sarto Presidente del Gruppo Imprenditori del Miranese organizzatore dellʼevento- che la formula della festa capace di coniugare la buona cucina, il divertimento con la possibilità di fare shopping, sia collaudata e vincente per il nostro territorio. Questʼanno abbiamo riscontrato che unire la cultura alle tradizioni e alle feste popolari ha avuto uno sviluppo positivo. Un grazie per questo successo va a tutti coloro che hanno contribuito a realizzare questa manifestazione.”

Sono oltre 250 i volontari impegnati nei 10 giorni di attività della Festa. Un piccolo esercito di persone che rendono possibile la realizzazione di una delle manifestazioni più importanti del settore nella nostra regione.